Le lapidi della facciata e della controfacciata

Le lapidi della facciata e della controfacciata

La caratteristica principale della chiesa è data dalla presenza di due identiche facciate, sulle quali sono poste altrettante lapidi (non originarie) che ricordano: l’una la fondazione della chiesa intitolata a San Nicola da Tolentino, ad opera di Bianca Maria Visconti, datata 1460; mentre l’altra riferisce che la costruzione della chiesa dell’Incoronata avvenne per volere di Francesco Sforza nel 1451 (data errata).

Murate sulla controfacciata (interno a sinistra), troviamo altre lapidi funerarie: in ricordo di Francesco Cusano, mercante, datata 1529; in memoria della famiglia Beccaria di Pavia, compare qui lo stemma del casato, del 1516; e una dedicata a Laura Lauteri, datata 1552.